Contenuto nel maxi-emendamento presentato dai relatori del decreto semplificazione, è previsto il bando per un concorso a dirigente tecnico.

50 posti

Secondo quanto leggiamo nel testo dell’emendamento, a seguito del voto al decreto semplificazione, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca viene  autorizzato a bandire un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di cinquanta dirigenti tecnici. Si tratta di un potenziamento che punta soprattutto al ruolo ispettivo di queste figure.

Chi potrà partecipare

Se il Ministero confermerà i requisiti del precedente concorso, questi saranno i requisiti per poter partecipare.

  1. diploma di laurea (DL) o laurea specialistica (LS), attualmente laurea magistrale (LM), o, limitatamente al settore artistico, diploma accademico di 2° livello rilasciato dalle Istituzioni di cui all’art. 2 della legge n. 508/1999
  2. trovarsi in una della seguenti posizioni:
  • per il contingente relativo alla scuola dell’infanzia e primaria:a) dirigente scolastico;
    b) docente, con un’anzianità complessiva di effettivo servizio di ruolo di almeno nove anni nelle scuole dell’infanzia e/o primarie (l’anno scolastico in corso non è computabile);
  • per il contingente relativo alla scuola secondaria di 1° e 2° grado:a) dirigente scolastico;
    b) docente, con un’anzianità complessiva di effettivo servizio di ruolo di almeno nove anni nelle scuole secondarie di 1° e/o 2° grado (l’anno scolastico in corso non è computabile).

Ricordiamo che si tratta di un emendamento, pertanto suscettibile di modifiche.